Prenotazioni progetto Tutoring peer to peer

image_pdfimage_print

Si comunica che sono aperte le prenotazioni per le sessioni di tutoring peer-to-peer svolte da studenti delle classi IV e V e rivolte ad allievi delle classi I e II. Le attività si svolgono nei giorni di disponibilità dei tutor, dalle 14:45 alle 16:45 presso la sede di via Nicola Fabrizi.

Gli allievi delle classi I e II interessati a usufruire di questa opportunità, possono prenotarsi tramite il modulo disponibile al seguente indirizzo:

https://www.liceokennedy.it/gestione-tutor/prenota-tutor/

Le attività vengono svolte nell’ambito del progetto di Alternanza scuola/lavoro “Tutoring peer-to-peer”.

Considerata l’importanza attribuita in letteratura all’interazione tra pari all’interno di un apprendimento genuinamente attivo, e coerentemente con gli obiettivi d’Istituto indicati dal RAV e dal PTOF, il progetto consiste in un’attività di incontro tra studenti di quarto e quinto anno (tutor) – che conseguono ottimi esiti formativi in alcune materie – e studenti di primo e secondo anno (beneficiari) che in quelle materie incontrano difficoltà.

Le finalità del progetto concernono la crescita umana e l’affinamento di conoscenze e competenze di entrambe le tipologie di soggetti coinvolti. In particolare, i tutor verranno chiamati ad approfondire le conoscenze che già possiedono, a cercare canali comunicativi efficaci per trasmettere tali conoscenze, a sviluppare la capacità di mettersi in ascolto e a disposizione di compagni più piccoli e in difficoltà quindi le soft skill dell’empatia e del prendersi cura. Ma la didattica richiede cambiamenti e i cambiamenti sottopongono a stress e portano inevitabilmente a conflitti. I tutor saranno chiamati a gestire costruttivamente i momenti di crisi che si presenteranno loro. Guidati dai docenti referenti impareranno a non prendere sul piano personale eventuali attacchi cui verranno sottoposti, e ad accompagnare il più dolcemente possibile gli studenti loro affidati verso il cambiamento necessario a migliorare le loro performance scolastiche. In definitiva i tutor si confronteranno anche con le proprie capacità di leadership. In particolare nel caso in cui lavoreranno non con singoli studenti ma con gruppi di studenti (massimo tre). In questo caso i tutor dovranno mettere a punto competenze di gestione del lavoro di gruppo e affinare le capacità di mediazione che un tale lavoro richiede. Non ultimo, i tutor dovranno confrontarsi in fieri con i docenti referenti, per sottoporre loro eventuali situazioni critiche o interessanti, poi rendicontare ai referenti esterni l’esito del primo ciclo di incontri e, infine, presentare in pubblico le fasi salienti del progetto svolto. In tutte le suddette fasi, le capacità comunicative –in un registro alto – verranno testate e affinate. L’esito di tale esperienza si confida sia molteplice: assottigliamento della varianza all’interno delle classi prime e seconde (con una riduzione degli esiti negativi agli scrutini finali) e valorizzazione e potenziamento delle eccellenze delle classi quarte e quinte.