Laboratorio di Economia Comportamentale e Sperimentale

L’economia comportamentale é un’area di ricerca che mira a combinare l’approccio di ottimizzazione tipico delle scienze economiche con intuizioni provenienti dagli studi in psicologia, permettendo in tal modo un’analisi più realistica di come gli individui prendono le loro decisioni economiche quando emozioni, preferenze eterogenee e la possibilità di commettere errori sistematici sono ammesse.

Fondamenti di Economia Pubblica e il ruolo dello Stato

Struttura Dipartimento di Economia
Sede: Via Silvio D’Amico
Mesi: Da definire
Orario: Da definire
Numero massimo di studenti coinvolti: 100
Ore di attività previste per studente: 40
Tipologia di istituto di provenienza degli studenti: Qualsiasi
Classe di provenienza: Terza, quarta, quinta classe

Contenuti ed obiettivi

Il corso tratterà gli elementi essenziali alla base dell’Economia Pubblica e offrirà una panoramica storica di quella che è stata l’evoluzione del ruolo dello Stato in Italia. Dopo aver trattato i fondamenti della macroeconomia e della microeconomia necessari alla fruizione del corso, gli studenti affronteranno quelle che sono le ragioni alla base dell’intervento dello Stato nell’economia. In particolare, si analizzeranno i due lati del bilancio pubblico, che può essere interpretato come “lo specchio di tutti i problemi politici e sociali di una nazione” (J. A. Schumpeter): da una parte, la ramificazione delle diverse voci di spesa; dall’altra, le entrate e il sistema tributario nel suo complesso. In tale quadro, importante risulterà anche l’analisi del rapporto che intercorre tra la potenziale autonomia dei Governi nazionali e i vincoli fiscali progressivamente introdotti dalla cornice sovranazionale europea. L’obiettivo è di poter offrire agli studenti, attraverso molti riferimenti all’attualità, gli strumenti essenziali per poter interpretare al meglio il dibatto odierno nell’ambito dell’Economia Pubblica e di poter presentare i potenziali argomenti che saranno approfonditi in un eventuale percorso di studi universitario in Economia.

Altre informazioni

Modalità di erogazione: Mista

Contatti

Tutor esterno: Dott. Giovanni Carnazza

Verso l’Università: orientamento agli studi. Competenze linguistiche trasversali e introduzione ai CdS di Economia ed Economia e Big Data

Struttura Dipartimento di Economia
Sede: Via Silvio D’Amico
Mesi: 10 settimane fra dicembre e marzo
Orario: 15.00-17.00
Numero massimo di studenti coinvolti: 100
Ore di attività previste per studente: 40
Tipologia di istituto di provenienza degli studenti: Qualsiasi
Classe di provenienza: Quinta

Contenuti ed obiettivi

Contenuti dell’attività proposta
Primo modulo
Il modulo sulle competenze linguistiche trasversali prevede lo svolgimento di 20 ore di attività, suddivise in 5 incontri di 2 ore e 10 ore di laboratorio o lavoro individuale, articolati secondo 5 unità, ciascuna dedicata all’approfondimento di una specifica abilità linguistica, logica o di altre abilità utili nel percorso universitario:

I UNITÀ Saper ascoltare Ascolto e apprendimento
Ascoltare e prendere appunti
II UNITÀ Saper leggere Le tipologie testuali
Il testo argomentativo
III UNITÀ Saper scrivere Il riassunto e l’abstract
Argomentazione, organizzazione ed elaborazione del testo scritto
IV UNITÀ Saper ragionare Sillogismi ed equazioni verbali
Saper citare La citazione e la ricerca bibliografica
V UNITÀ Saper parlare L’esame orale
Il public speaking

Lo scopo di questo primo modulo è quello di:
avviare un’azione di potenziamento e di recupero di eventuali carenze nelle abilità linguistiche trasversali degli studenti, in vista del loro ingresso all’università,
promuovere lo sviluppo di competenze trasversali (soft skills), in una prospettiva non solo di percorso formativo accademico, ma anche di lifelong learning.
Il modulo si propone dunque di attivare fecondi processi metacognitivi, in grado di stimolare (a) la consapevolezza dei propri bisogni e stili di apprendimento, (b) l’uso di un ampio bagaglio lessicale, (c) l’affinamento di strategie per lo studio, (d) le competenze organizzative e comunicative utili per tutti gli aspetti della vita accademica e non solo (dall’esame orale allo scrivere un’e-mail a un docente).
Contemporaneamente s’intende promuovere quelle competenze trasversali (curiosità, spirito di iniziativa, adattabilità, collaborazione, ecc.) utili nel percorso universitario, ma ritenute sempre più necessarie per un proficuo inserimento nel mondo del lavoro.

Secondo modulo
Il secondo modulo prevede lo svolgimento di 5 incontri di 2 ore fra lezioni e laboratori, e 10 ore di lavoro individuale o a gruppi.
Il tema proposto è quello del text-mining, ed in particolare trattare del perché sia utile leggere giornali economici e l’importanza del senso critico nell’era dell’apprendimento automatico. Infatti, nonostante l’assalto dei media elettronici, i quotidiani rimangono una fonte preziosa di notizie e informazioni, soprattutto per gli studenti.
I giornali economici, in particolare, spiegano come le società, gli organi di governo e gli individui utilizzino le risorse a loro disposizione – toccando così quasi ogni aspetto della vita quotidiana. Leggendo tali giornali regolarmente, le capacità di lettura e comprensione dei temi economici migliorano. È quindi necessario che gli studenti imparino, tra le altre cose, a riconoscere gli argomenti principali contenuti in uno o più articoli, osservando possibili collegamenti tra essi. Questo è anche l’obiettivo di alcune tecniche di “text mining”, utili per l’apprendimento automatico di strutture latenti nelle raccolte di documenti e sempre più presenti nelle attività umane.
L’obiettivo del corso è dunque quello di favorire l’analisi critica, da parte degli studenti, dei risultati di alcuni di questi algoritmi applicati al campo delle scienze economiche.

Grazie a tale secondo modulo, le future matricole potranno acquisire consapevolezza del percorso formativo che intendono intraprendere, e delle conoscenze fondamentali delle discipline oggetto del CdS scelto. Gli studenti dovranno analizzare in maniera critica gli argomenti individuati in un insieme di articoli di giornale, comparandoli con gli “argomenti” individuati dagli algoritmi di apprendimento automatico.

Obiettivi dell’attività proposta
Il PCTO così progettato consente di:
potenziare le competenze degli studenti e rafforzare le conoscenze in vista del percorso universitario;
promuovere la consapevolezza sui contenuti disciplinari dei CdS;
introdurre al contesto universitario;

Altre informazioni

Alla fine del PCTO, sarà effettuata una prova di valutazione mirata a verificare l’effettiva acquisizione dei contenuti erogati. Gli studenti manterranno l’accesso ai materiali disponibili sulla piattaforma e faranno il test di accesso a settembre adeguatamente preparati.

Il Dipartimento valuterà entro la data di inizio delle attività di questo PCTO, se il superamento della prova di valutazione potrà valere come pre-immatricolazione affinché lo studente risultato idoneo al test non debba fare il test di accesso a settembre.

Modalità mista online e in presenza, in modo da rendere familiare lo spazio universitario al futuro studente e orientarlo nella costruzione delle relazioni in ambiente accademico.

Contatti

Tutor esterno: Prof.ssa Mara Frascarelli

Tutor esterno: Prof. Pierluigi Vellucci

L’economista e le tecnologie informatiche

L’economista e le tecnologie informatiche

Struttura Dipartimento di Economia
Sede: Via Silvio D’Amico
Mesi: Da aprile a maggio 2022 (da svolgersi eventualmente a distanza tramite la piattaforma Teams, qualora fosse necessario)
Orario:
Numero massimo di studenti coinvolti: da 5 a 100 studenti
Ore di attività previste per studente: 40
Tipologia di istituto di provenienza degli studenti: Liceo Scientifico e Liceo Classico
Classe di provenienza: Quarto e quinto anno

Contenuti ed obiettivi

Il progetto si colloca nell’ambito delle attività di orientamento proposte dal Dipartimento di Economia ed intende presentare alcune tendenze attuali e future che caratterizzano le attività dell’economista nel nuovo contesto economico caratterizzato dalle tecnologie digitali.
Il progetto prevede la collaborazione di un rappresentante di Engineering, società leader di ingegneria informatica in Italia, che presenterà alcuni aspetti del lavoro dell’economista a stretto contatto con lo sviluppo informatico.

Contatti

Tutor esterno: Prof. Antonio Vezzani

Serie A No Money No Link

Serie A: No Money No Link

Struttura Dipartimento di Economia
Sede: Via Silvio D’Amico
Mesi: A partire da novembre 2021 (da svolgersi eventualmente a distanza tramite la piattaforma Teams, qualora fosse necessario)
Orario:
Numero massimo di studenti coinvolti: 100
Ore di attività previste per studente: 40
Tipologia di istituto di provenienza degli studenti: Qualsiasi
Classe di provenienza: Terza, quarta, quinta classe

Contenuti ed obiettivi

Le domande di ricerca sono le seguenti:
individuare la “rete” dei collegamenti tra le venti squadre della Serie A, in base ai dati sulle proprietà dei cartellini dei giocatori;
studiare la “centralità”, l’importanza, di ognuna di queste squadre e misurarla matematicamente.
L’obiettivo è quello di insegnare agli studenti le fasi del metodo scientifico.

Contatti

Referente: Prof. Pierluigi Vellucci

RM03 Esame di un fenomeno economico locale

Approfondimento di un tema di economia regionale e confronto tra la teoria e gli sviluppi congiunturali, attraverso l’analisi dei dati ufficiali disponibili e le informazioni qualitative raccolte dagli studenti

L’economia che «ti fa star bene»: ambiente, salute, alimentazione

E’ un contest su innovazione ed economia, inserito all’interno dei Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, ideato e promosso dalla Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E’ una sfida per gruppi di studenti delle scuole superiori, iscritti alle classi quarte e/o quinte nell’anno scolastico 2020-2021.

Gli studenti dovranno scegliere un tema tra i tre proposti: ambiente, salute ed alimentazione